Le ceneri di Angela – Frank McCourt

leceneridiangelaIncipit: “Era meglio se i miei restavano a New York dove si erano conosciuti e dove sono nato io. Invece se ne tornarono in Irlanda che io avevo quattro anni, mio fratello Malachy tre, i gemelli Oliver e Eugene appena uno e mia sorella Margareth era già morta e sepolta.”

Qualche giorno fa si parlava dell’età degli scrittori. Se quelli giovani fossero troppo giovani, se quelli vecchi troppo usurati dallo scrivere e senza più vena creativa. C’è del vero e del falso in entrambe le cose. Questo discorso mi ha fatto pensare a Frank McCourt, perchè quando “Le ceneri di Angela” ha visto la luce, lui non era certo un giovanotto. E perchè questo libro ha una freschezza e un ritmo che esulano dall’età di chi lo ha scritto. Ha leggerezza e saggezza, proprio come solo i bambini sanno avere.

Se volete farvi due risate e leggere 370 ottime pagine, potete trovarlo qui